Federlazio

FEDERLAZIO è l’Associazione delle piccole e medie imprese del Lazio. Raggruppa oltre 3.200 imprese per circa 65.000 addetti e oltre 10 miliardi di euro l’anno di fatturato. L’Associazione nasce nel 1972 come associazione di imprese industriali, ma ha saputo nel tempo adeguarsi ai cambiamenti della struttura economica  aprendosi anche ad imprese che operano nel campo dei servizi. Oggi la Federlazio raggruppa tutti i comparti merceologici, ovvero: Aerospazio, Alimentare, Ambiente, Ceramico, Chimico, Gomma–Plastica, Media Distribuzione, Editoria, Edilizia e Affini, Estrattivo, Grafico-Audiovisivo, Informatico, Legno, Metalmeccanico-Odontotecnico-Lavorazione metalli preziosi, Orthoprotesico, Case di Cura, Laboratori di Analisi, Pulimento, Lavanderie industriali, Tessile-abbigliamento, Trasporti, Turismo, Servizi vari.

Lo scopo sociale della Federlazio consiste nella rappresentanza e nella tutela delle piccole e medie imprese nei rapporti con le istituzioni e con le altre parti sociali. L’associazione fornisce alle imprese assistenza e consulenza in tutti gli ambiti che riguardano la gestione ordinaria dell’impresa nonchè nei progetti di sviluppo dell’impresa. Oltre a fornire assistenza, tutela e servizi alle Pmi associate negli ambiti tradizionali della gestione d’impresa, la Federlazio è particolarmente attiva sul fronte della valorizzazione e della modernizzazione della cultura d’impresa delle sue associate, nonché su quello della diffusione dell’innovazione tecnologica, della finanza innovativa, dei processi di internazionalizzazione e della formazione. Nei confronti delle imprese aderenti infine, l’Associazione svolge infine una costante opera di sensibilizzazione rivolta a promuovere l’adozione di stili gestionali all’altezza delle problematiche imprenditoriali odierne.

La Federlazio aderisce a PMITALIA, l’Associazione nazionale delle PMI italiane.

L'Associazione non ha scopo di lucro.

Il suo fine è di:

  • tutelare gli interessi della categoria delle Piccole e Medie Imprese, rappresentandola nei confronti di Enti ed Organismi pubblici e privati, Associazioni Sindacali e di categorie;
  • provvedere allo studio e collaborare alla risoluzione dei problemi di ordine tecnico, economico, finanziario, amministrativo, legale e sociale riguardanti la Categoria;
  • raccogliere ed elaborare elementi, notizie, dati e disposizioni che possano, comunque, interessare l'attività della Categoria, anche per quanto concerne processi di produzione, promuovendo all'uopo la diffusione di pubblicazioni o la compilazione di bollettini, mantenendo contatti con Enti, Associazioni o Istituti nazionali ed esteri;
  • fornire assistenza agli Associati con facoltà di trattare e risolvere, su richiesta, eventuali controversie individuali e collettive;
  • favorire i contatti e la collaborazione tra gli Associati, con riunioni periodiche, congressi, ecc.;
  • studiare i problemi concernenti l'insediamento e lo sviluppo delle attività economiche nell'ambito della Regione laziale;
  • stipulare accordi economici e sindacali onde assicurare il regolare svolgimento dell'attività produttiva delle Aziende aderenti;
  • assumere le opportune iniziative per favorire lo sviluppo dell'istruzione tecnica e professionale;
  • mantenere con le Organizzazioni Sindacali dei lavoratori rapporti intesi a creare un efficace spirito di collaborazione tra datori di lavoro e lavoratori, a prevenire il sorgere di controversie nel campo del lavoro e a favorirne la soluzione;
  • designare e nominare rappresentanti in seno ad Enti, organizzazioni, commissioni pubbliche o private, in quanto richieste dagli stessi o ammessi dalla legge;
  • promuovere la costituzione, nell'interesse delle aziende associate, di consorzi e di cooperative. Tali organismi consortili devono aderire all'Associazione che ne ha promosso la costituzione, fruendo dei servizi associativi e corrispondendo i contributi prescritti.

Esperienza nel settore

La Federlazio ha un radicamento capillare nel territorio ed è presente con proprie delegazioni in ciascun capoluogo di provincia del Lazio (Roma Viterbo, Rieti, Latina, Frosinone) oltrechè nelle città di Cassino e di Civita Castellana. E’ inoltre presente in tutte le Camere di Commercio della regione intrattenendo solide relazioni istituzionali con tutti gli enti locali, dalla Regione alle Province ai Comuni, e siede con propri rappresentanti ai tavoli istituzionali di più rilevante interesse per l’economia del territorio. Il che fa della Federlazio uno dei principali attori nel mondo della rappresentanza imprenditoriale regionale.

Nel corso del triennio 2006-2008 la Federlazio ha svolto una serie di progetti attinenti la diffusione (della cultura) dell’innovazione (tecnologica) operando in diversi settori ed erogando diversi servizi.

In particolare, sono stati svolti 9 progetti per complessivi € 467.705,88 nel 2006-2008 come evidenziato nel dettaglio sottostante. Per la sola annualità 2006, trattandosi di un progetto relativo al biennio 2005-2006, la Federlazio ha realizzato una ricerca per la creazione di un pacchetto di servizi informativi e di assistenza tecnica per la partecipazione nel campo fieristico delle pmi. Il valore per il solo 2006 è pari a € 122.500,00. Sempre nel 2006 la Federlazio ha partecipato come partner a tre progetti interaziendali di aggiornamento imprenditori e management pmi. In questi progetti l’attività svolta dalla Federlazio è stata di consulenza alle imprese per finalità di riqualificazione informatica del personale delle PMI partecipanti e per adeguamento di competenze tecnico-specialistiche in linguaggi di programmazione avanzati. Il primo progetto è stato per un valore pari a € 8.399,08;il secondo progetto è stato per un valore pari a € 8.399,08; il terzo progetto è stato per un valore pari a € 4.000,00.

Nel 2007 invece la Federlazio ha partecipato come partner ad un progetto per la Consulenza alle imprese sulla applicazione della metodologia “Balanced Scorecard” (BSC), Misurazione delle perfomance aziendali. Definizione e controllo delle strategie aziendali e degli obiettivi strategici. Il valore del progetto per la parte di competenza della Federlazio è stato di € 106.015,52. La Federlazio ha poi partecipato ad altri due progetti, nel 2007, erogando assistenza e consulenza alle PMI a sostegno del passaggio generazionale al femminile, il primo per un importo di € 30.117,18 ed il secondo per € 14.375,02. Sempre nel 2007 la Federlazio ha svolto un’indagine sulle associazioni di rappresentanza imprenditoriale “Conoscere per comunicare, comunicare per crescere”, volta migliorare le capacità e strumenti comunicazionali dell’Associazione verso la base associativa e la proiezione della Federlazio in ambito nazionale. Il valore è pari a € 47.800,00.

Invece, per la sola annualità 2008, trattandosi di un progetto relativo al biennio 2008-2009, la Federlazio ha realizzato un progetto di scouting nuovi mercati fieristici e percorsi di internazionalizzazione. Il valore per il solo 2008 è pari a € 150.000,00.

 

Cofinanziato da

Login